320.06.70.037 [email protected]
Seleziona una pagina

Spostare la cartella Data su uno Storage Esterno USB in OwnCloud

da | Set 13, 2022 | Linux, ownCloud | 0 commenti

PREMESSA

ownCloud è una soluzione capace per archiviare la tua vita digitale su un server privato. Per impostazione predefinita, i dati vengono salvati sulla stessa partizione del sistema operativo, il che potrebbe comportare una mancanza di spazio libero su disco.
Man mano che le tue esigenze di archiviazione crescono, potrebbe diventare necessario spostare la directory dei dati di ownCloud.
Questo tutorial ti guiderà attraverso il trasferimento della directory dei dati di ownCloud.

PRE-REQUISITI

Prima di iniziare a utilizzare questa guida, è necessario installare e configurare un server ownCloud. Puoi configurarne uno seguendo questa guida.

Se è stata utilizzata la mia guida all’installazione

Installazione e Configurazione di ownCloud su Ubuntu 16.04

la directory dei dati si trova nella radice Web di ownCloud, che per impostazione predefinita si trova in /var/www/html/owncloud/data.

In questo esempio, sposteremo la directory dei dati di ownCloud su un volume di archiviazione esterno (Disco USB) che è montato su /mnt/Storage.

PASSAGGI PER LO SPOSTAMENTO DELLA DATA DIRECTORY

Passaggio 1: spostare la directory dei dati di ownCloud

Quando ownCloud è in uso e vengono apportate modifiche al back-end, esiste la possibilità che i dati possano essere danneggiati o danneggiati. Per evitare che ciò accada, fermeremo Apache con il seguente comando

Alcuni dei comandi di gestione del servizio non visualizzano un output. Per verificare che Apache non sia più in esecuzione, utilizzare il seguente comando:

L’ultima riga dell’output dovrebbe indicare che è stato interrotto.

ATTENZIONE: Prima di procedere con lo step successivo eseguire un backup del server

Copiare il contenuto della directory dei dati in una nuova directory utilizzando il comando rsync. L’utilizzo del flag -a mantiene le autorizzazioni e le altre proprietà della directory, mentre il flag -v fornisce un output dettagliato in modo da poter monitorare l’avanzamento.

Nell’esempio seguente, eseguiamo il backup dei nostri contenuti in una nuova directory, owncloud-data-bak, all’interno della home directory del nostro utente.

Dopo aver eseguito il backup della cartella data procedere con lo spostamento con il seguente comando

Con la directory dei dati riposizionata, aggiorneremo ownCloud in modo che sia a conoscenza di questa modifica.

Passaggio 2: Configurare ownCloud con la nuova cartella Data

ownCloud memorizza le sue configurazioni in un unico file, che modificheremo con il nuovo percorso della directory dei dati.

Editare il file di configurazione con il seguente comando:

Cercare la variabile datadirectory quindi modificarla da

a

Passaggio 3: Configurazione del DB con le info relative al nuovo path della cartella Data

A questo punto dopo aver modificato il file di configurazione di OwnCloud è necessario riconfigurare il Database.

Collegarsi in SSH al server quindi eseguire il comando seguente:

ATTENZIONE: se avete seguito la mia guida all’installazione di Owncloud su Ubuntu l’utente da utilizzare per la connessione è owncloudsrv. In caso contrario utilizzare l’utente presente nel file config.php della vostra installazione.

Dopo aver inserito la password della nostra utenza eseguire il comando

ATTENZIONE: se avete seguito la mia guida all’installazione di Owncloud su Ubuntu il nome del DB da utilizzare è owncloud:db. In caso contrario utilizzare il DB presente nel file config.php della vostra installazione.

Procedere quindi con l’aggiornamento delle Tabelle oc_storages eseguendo i comandi che riporto di seguito

ATTENZIONE: modificare i path della cartella Data se necessario

Procedere quindi con l’aggiornamento delle Tabelle oc_accounts eseguendo i comandi che riporto di seguito

Se un utente non ha già impostato il percorso, è necessario identificare l’id utente e impostare il percorso con il seguente comando, utente per utente.
Questo esempio presuppone che il nome utente sia raffaele.chiatto e il loro ID sia 3.

Per tutti gli utenti che hanno già un percorso come /var/www/html/owncloud/data/ nel database, possiamo utilizzare il comando REPLACE e quindi eseguire i comandi in sequenza elencati:

Passaggio 4: Avvio di Apache e test di funzionamento

Ora possiamo avviare Apache usando il comando seguente:

Quindi apriamo un browser e richiamiamo il link di accesso via web

https://server_domain_or_IP/owncloud

Se è tutto OK dovremmo accedere senza nessun problema all’interfaccia e vedere i files nella cartella Data di ciascun utente.

Raffaele Chiatto

Scritto da Raffaele Chiatto

Sono Raffaele Chiatto, un appassionato di informatica a 360°…
Mi sono avvicinato al mondo dell’informatica nel lontano 1996 con Windows 95 e da allora non ho più smesso di dedicarmi allo studio ed approfondimento di questo settore.
Laureato in Ingegneria Informatica nel 2009, lavoro nel campo dell’IT dal lontano 2001.

Link – Friends

Infrastrutture IT

English School

Act for Change

Graphic and Web solution

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »